portfolio

 

 

Glossario
Aberrazione

Si parla di aberrazione quando la qualità dell’immagine risulta confusa o distorta.

Accomodazione

È il meccanismo di messa a fuoco da vicino: avviene mediante una contrazione del cristallino e coinvolge altre strutture anatomiche dell’occhio.

Anestesia topica

Utilizza gocce di collirio anestetico, che vengono instillate nell’occhio prima dell’intervento. Il paziente rimane sveglio e cosciente.

Astigmatismo

Difficoltà a mettere a fuoco per vicino e per lontano.

Blefaroplastica

Tecnica chirurgica palpebrale con finalità estetiche.

Cataratta

È una patologia tipica dell’età avanzata e consiste in una progressiva opacizzazione del cristallino. L’intervento chirurgico con cui si può risolvere la cataratta si chiama lensectomia e consente di correggere al contempo anche eventuali difetti visivi preesistenti (lensectomia refrattiva).

Chirurgia palpebrale

Gli interventi chirurgici sulla palpebra possono essere di tipo estetico (blefaroplastica) o funzionale (per il trattamento di ptosi, ectropion, entropion, trichiasi, l’asportazione di neoformazioni palpebrali e le ricostruzioni post-traumatiche).

Chirurgia refrattiva

È la branca dell’oftalmologia che si occupa della correzione chirurgica dei difetti visivi: miopia, ipermetropia, astigmatismo, presbiopia. Ci sono due tipi di chirurgia refrattiva: la chirurgia refrattiva corneale corregge i difetti visivi modificando la curvatura della cornea (ad es. LASIK); la chirurgia refrattiva intraoculare prevede l’impianto di lenti permanenti IOL o la sostituzione del cristallino (ad es. lensectomia).

Cornea

È la parte anteriore dell’occhio, è il suo rivestimento esterno. Insieme al cristallino, la cornea è responsabile della messa a fuoco delle immagini. Una variazione della curvatura della cornea causa difetti di messa a fuoco per lontano. Questi difetti sono correggibili in modo permanente rimodellando la curvatura della cornea con avanzate tecniche laser.

Cristallino

È la lente naturale dell’occhio: insieme alla cornea, permette di mettere a fuoco sulla retina le immagini che provengono dall’esterno. Il cristallino è preposto alla messa a fuoco per vicino e ci consente di vedere nitidamente a diverse distanze, come lo zoom di una macchina fotografica.

Difetti visivi/difetti refrattivi

Sono anomalie nella messa a fuoco delle immagini: miopia, ipermetropia, astigmatismo, presbiopia.

CDiottria

Unità di misura del potere di rifrazione di una lente.

Epitelio

Lo strato più esterno del tessuto corneale.

EGlaucoma

Patologia retinica. È una malattia caratterizzata dalla progressiva riduzione del campo visivo causata dall’aumento della pressione interna dell’occhio, che avviene per accumulo di umore acqueo.

Ipermetropia

Difficoltà a mettere a fuoco oggetti vicini.

Iride

È la parte colorata dell’occhio; è costituita da tessuto muscolare che regola automaticamente il diametro di apertura della pupilla in base alla quantità di luce che proviene dall’esterno.

Laser

I laser hanno la capacità di produrre e controllare potenti raggi di energia luminosa. Diversi tipi di laser vengono impiegati in oculistica per il trattamento di difetti visivi e di patologie oculari: argon laser, yag laser, laser ad eccimeri, laser a femtosecondi.

Laser a eccimeri

È un unico raggio di luce ultravioletta, non produce calore e non provoca la combustione dei tessuti che bersaglia (a differenza di altri tipi di laser). L’energia luminosa ad eccimeri rompe le particelle molecolari e vaporizza i tessuti, pochi strati molecolari per volta, senza causare alcun danno. Tale capacità specifica rende il laser ad eccimeri lo strumento ideale per modificare la forma della cornea e correggere permanentemente i difetti di messa a fuoco. La LASIK e la ASA sono tecniche chirurgiche corneali che operano mediante l’utilizzo del laser ad eccimeri e non toccano in alcun modo la parte interna dell’occhio. Questo tipo di chirurgia non conosce rischi importanti, se condotto in strutture specializzate e da chirurghi esperti.

Lasix

Tecniche laser di microchirurgia oculare.

Lasix monovisione

Tecnica laser di microchirurgia oculare.

Lansectomia

Tecnica di microchirurgia oculare. Comporta la sostituzione del cristallino con una lente artificiale. Può essere utilizzata anche per correggere difetti visivi (lensectomia refrattiva).

Maculopatia

Qualsiasi malattia che colpisce la macula, cioè la regione centrale della retina. Una forma diffusa di maculopatia è la degenerazione maculare senile.

Miopia

Difficoltà a mettere a fuoco oggetti lontani.

Occhio dominante

Quello usato, ad esempio, quando adoperiamo una macchina fotografica, un microscopio o un mirino.

Occhio dominante

Quello usato, ad esempio, quando adoperiamo una macchina fotografica, un microscopio o un mirino.

Oftalmico

Relativo agli occhi e alle malattie degli occhi.

Oftalmologia

È quella branca della medicina che si occupa di prevenzione, diagnosi e trattamento delle malattie dell’occhio, nonché della correzione dei difetti refrattivi.

Presbiopia

Difficoltà, dovuta all’età, a mettere a fuoco da vicino.

Retina

È un tessuto nervoso che riveste il fondo dell’occhio e serve a registrare le immagini che saranno poi inviate al cervello. La regione funzionalmente più importante della retina è la macula.

Retinopatia diabetica

È una patologia retinica conseguenza del diabete, soprattutto del diabete mellito.

Ricostruzione palpebrale post-traumatica

Quando la palpebra viene danneggiata da un trauma o da una lesione, può essere necessario ricorrere alla ricostruzione. L’intervento viene effettuato da un chirurgo plastico.